La tensione dell’anima

0

Il mondo delle idee

Se pur la filosofia non è materia di ogni settore, sta di fatto che l’influenza che ha trasferito nel nostro modo di pensare, è davvero incidente. A tutte quelle persone che si proclamano paladini di un mondo in cui la filosofia serve a ben poco, diciamo che forse non hanno la dimensione della storia del pensiero. Se proprio dovessimo fare riferimento ad una personalità di spicco nella filosofia, Platone non potrebbe non essere non citato. Grande filosofo, allievo di Socrate, sviluppò un pensiero alla cui base vi era l’iperuranio. Questo non è difficile da inquadrare: è una dimensione altra, trascendente, all’interno della quale risiedono tutte le forme più pure che sono state utilizzate per realizzare il nostro mondo. In che senso? Bhe, le idee sono perfette, immutabili ed eterne e lontane dalla caducità del mondo. Sono l’essenza più pura della realtà e, l’uomo ha dimenticato la purezza di queste idee, a causa dei limiti che la realtà immanente comporta. L’anima per lui, dopo la morte, arrivava a congiungersi nuovamente con il mondo a cui apparteneva, in che senso però Platone alludeva ad una tensione verso la perfezione delle idee?

La biga alata

All’interno di una delle sue più celebri opere, Fedro, compare il mito della biga alata, un dialogo, che meglio consentiva la comprensione, dedicato all’immortalità dell’anima. Quest’ultima è vista come un cocchio su cui si trova un auriga e l’anima viene indirizzata al seguito degli dei, nella regione che è sede per eccellenza dell’essere, cioè la sostanza più pura, il mondo delle idee, percepibile solo dall’intelletto. Ogni anima sulla terra vorrebbe giungere a questo mondo, trovando la verità più pura e i cavalli, che trainano la biga, sono in perenne conflitto tra loro perché uno, quello bianco, è buono e l’altro, quello nero, no: il primo è simbolo delle energie psichiche, della forza d’animo e tende a rimanere nel mondo delle idee; il secondo invece  è simbolo dei desideri e cerca di spingere l’auriga verso il mondo sensibile, verso l’incarnazione. Quella che sente il cavallo bianco,  è un amore puro, che conduce la conoscenza verso l’assoluto.

Quello che ci aspettiamo

Se pur in maniera radicalmente diversa, la filosofia di Platone, ha molto a che vedere con il modello di perfezione a cui aspiriamo per il momento in cui lasceremo questa terra. Le Onoranze funebri a Roma Cattolica S Lorenzo, si confrontano continuamente con situazioni che prevedono un’acuta riflessione in merito al tema di una dimensione altra. Se questa poi sia tutto frutto di una determinata visione o cultura, poco importa, l’importante è essere consapevoli della nostra finitezza e constatare che siamo frutto di un progetto perfetto quale è quello dell’universo.

CONDIVIDI SU:

Leave A Reply

Altro... Cultura
Michel Foucault
Soggettività e filosofia in Micheal Focault

libri
Passione libri? Perché è importante scegliere anche le case editrici indipendenti

La morte, la sepoltura e l’esumazione
Legno, quali gli attrezzi utili per poterlo lavorare
Chiudi