Juventus-Napoli, la super sfida senza tifosi ospiti

0

Se si vuole andare indietro nel tempo fino all’Antica Grecia si potrebbe usare un celebre aforisma del filosofo Eraclito : “Panta rei”. Il significato è letteralmente tutto scorre, che nella accezione originale stava ad indicare il costante flusso delle cose, con il paradosso del non ti bagnerai mai per due volte nello stesso fiume.

Nei giorni nostri questo aforisma ha assunto una accezione diversa, indicando che il tutto scorre sta a significare che cose, che hanno una rilevanza di fondo, la gente tende a farsela scivolare addosso come abituata a notizie del genere. Si può parlare di assuefazione di uno stato di cose che non è nella normalità ma che alla fine quasi viene concepito come tale visto la frequenza con cui si ripete.

Ecco quindi sollevarsi solo timide proteste, ci mancherebbe al mondo succedono cose ben più gravi, quando l’Osservatorio per le Manifestazioni Sportive decide di vietare la trasferta a Torino ai tifosi del Napoli, anche quelli in possesso della Tessera del Tifoso, in occasione dell’importantissima sfida contro la Juventus. La notizia è stata recepita, senza che i grandi organi di comunicazione evidenziassero l’assurdità della cosa.

Un calcio sempre più da tv.

Alla fine comunque non sarebbero stati che più di un migliaio i tifosi partenopei che avrebbero potuto prendere posto nel settore ospiti dello Juventus Stadium. Non una enormità quindi che si sarebbe potuto gestire con estrema facilità dalle forze dell’ordine abituati spesso ad avere a che fare con numeri ben maggiori. Ma la più grande contraddizione che esce fuori è che motivo c’è allora di introdurre la Tessera del Tifoso ?

Un tifoso del Napoli, che seguendo la normativa, si è tesserato perché così è in regola per seguire le partite della sua squadra del cuore in trasferta ora non lo può comunque fare. E’ come se si creasse una tessera per la discoteca così se io voglio festeggiare il capodanno Spazio 900 a Roma oppure il Ferragosto al Cocoricò di Riccione posso farlo e poi si decide di chiudere ugualmente i locali per rischi di risse o altro. Siamo al paradosso.

Purtroppo gli stadi si stanno sempre più svuotando mentre l’offerta televisiva aumenta facendosi sempre più aggressiva e al centro del calcio. Tutte le società infatti potrebbero fare a meno dei tifosi sugli spalti ma non dei soldi che ogni anno arrivano dai diritti tv. Il futuro in Italia purtroppo potrebbe non essere molto diverso da quello che successe qualche anno fa a Trieste, dove la società per non far vedere gli spalti vuoti mise dei teloni raffiguranti dei tifosi.

Il prossimo passo sarà quello di mettere anche i cori dagli altoparlanti..

CONDIVIDI SU:

Leave A Reply

Altro... Sport
libri bicicletta
Il libro e la bicicletta

Chiudi