Politica in lutto, si è spento Marco Pannella

0

La politica non solo italiana, ma possiamo sicuramente dire europea se non mondiale, perde uno dei suoi interpreti che ne hanno fatto la storia : Marco Pannella. All’età di 86 anni si è spento dopo esser stato sedato nella clinica romana Nostra Signora della Mercede, e la notizia ha subito fatto il giro del web con tutto il paese che ha voluto esprimere il suo cordoglio. Tutta l’attuale classe politica, in maniera trasversale, ha voluto salutare Pannella rendendo omaggio ad un leader di partito che ha contribuito a cambiare il paese, con tweet e messaggi Facebook dove si sono susseguite e foto ed aneddoti di ricordo. Ma la stessa cosa è valsa per la gente comune, che sicuramente lo amava più che i suoi colleghi, visto che grazie alle sue battaglie è stato probabilmente il personaggio politico italiano che più a riformato e modernizzato questa nazione. Con la creazione del Partito Radicale infatti Pannella ha incentrato tutto il suo percorso politico nel cercare di riformare questo paese che,  ancora al giorno d’oggi, risente fortemente della presenza del Vaticano, riuscendoci in molti casi ma sbattendo contro il muro conservatore in altrettanti.

Una vita contro

Marco Pannella con il suo Partito Radicale ha sempre lottato per i suoi principi, in ogni modo. Si può benissimo dire in pratica che è stato un precursore dell’attuale politica spettacolo, visto che per primo ha attuato forme di protesta anche clamorose. Come non ricordare quando si presentò vestito da fantasma in tv oppure, in una tribuna politica, quando stette imbavagliato ed in silenzio assieme ad alcuni compagni di partito con dei cartelli appesi al collo. Ma soprattutto, oltre ad aver dato il via alla personalizzazione dei partiti cosa che ora è ormai la prassi, restano nella memoria di tutti i suoi natali, le sue pasque e i suoi capodanno Roma passati a fare lo sciopero della fame e della sete per cercare di portare attenzione su temi che sembravano dimenticati. La prima sua grande battaglia fu quella sul divorzio, poi per l’aborto. Due referendum vinti che hanno cambiato il nostro paese infrangendo il dominio cattolico nella nostra legislatura. Tuttora inascoltate invece le proposte sull’eutanasia, sulla legalizzazione delle droghe leggere e sul testamento biologico, anche se la recente approvazione delle unioni civili hanno magari strappato un ultimo sorriso per un leader politico che ha, da sempre, da letteralmente tutto se stesso per le sue battaglie civili.

marco pannella

CONDIVIDI SU:

Leave A Reply

Altro... News
Al Teatro Elicantropo Napoli Il Grigio di G.Gaber e S.Luporini – dal 21 al 24 aprile
film-gratis-la-macchinazione
La Macchinazione, Grieco riporta sul grande schermo Pasolini

Festa della donna 2016: cosa fare?
room-26-roma-1
Discoteche a Roma: il Room 26

Chiudi