L’assistente è Down, madre ritira la figlia dall’asilo nido: è polemica

1

A Ferrara una mamma ritira la figlia dal nido perché vi lavora un’assistente con la sindrome di Down. “Non voglio che stia con quella ragazza lì”, avrebbe detto la madre della piccola. Sconcertata la responsabile dell’asilo: “E’ preparata e ha tutte le carte in regola. Nessuno si è mai lamentato. Dalla famiglia un atteggiamento inaccettabile”. E’ il quotidiano la Nuova Ferrara a portare alla luce il caso.

La madre non ha concluso il periodo di inserimento, dopo i primi due giorni ha telefonato alla responsabile del nido: ha chiesto in modo brusco “perché non le avevo comunicato che nel nido lavorava, come mi ha detto la signora al telefono, ‘quella ragazza lì’ (cosa di cui era invece al corrente)” L’assistente è preparatissima, nessuno ha mai avuto nulla da ridire sul suo operato, ha 37 anni, per 8 anni ha lavorato in una scuola di Ferrara e da sei lavora al nido dopo un progetto gestito da un centro specializzato nell’inserimento lavorativo delle persone con sindrome di Down. Di che cosa si occupa l’ausiliaria Down? La responsabile lo spiega chiaramente:

“Non gestisce i bambini che sono seguiti direttamente – sottolinea la responsabile – dalle educatrici”.


Vai all’articolo originale

Fonte: Today.it – cronaca

CONDIVIDI SU:

1 commento

  1. Nicola Ruffo on

    Ha fatto benissimo a ritirare la figlia, è un suo diritto cambiare asilo indipendentemente da chi ci lavora ! Poi se la vista di una handicappata crea disagio e comprensibile fastidio perché alimentare il proprio malessere ? Mi stupisco che in una struttura protetta ci lavorino pure questi individui…maaa.. e dare quelle mansioni ad una persona NORMALE ?? Magari pure bisognosa giacché madre e/o disoccupata ?? Ah già gli handicappati sono “una risorsa”, ma per chi ? Per la scuola e la dirigente che ha uno stipendio in meno da pagare e per l’asl locale che becca il finanziamento per il progetto di inserim. lavorativo !
    La cosa rivoltante sono i commenti ipocriti del tipo “poverinaaaa”…. L’unica passibile di sanzioni qui è la dirigente che ha convocato il genitore per chieder conto di una legittima scelta..

Leave A Reply