Leasing per prima casa , detrazioni per under 35

0

La Legge di Stabilità introduce una nuova detrazione Irpef per i giovani under 35 che acquistano la prima casa in leasing, con un reddito non superiore ai 55.000 euro. Questa forma di finanziamento, permette in cambio di un canone periodico di ottenere l’utilizzo di un bene.

Locazione finanziaria

Attraverso l’emendamento si stabilisce che con il contratto di locazione finanziaria, la banca o l’intermediario si obbligano a far costruire o acquistare l’immobile, tramite la scelta di chi andrà ad utilizzarlo. Come abbiamo già detto il soggetto ha la possibilità di ottenere l’utilizzo di un bene. Acquisendo poi, alla fine del termine di contratto, con l’aggiunta di una quota prefissata, la proprietà. Il vantaggio quindi risiede proprio nella quota, che è inferiore al valore del bene sul mercato.

Il corrispettivo che il soggetto interessato si trova a pagare all’intermediario deve tenere conto del prezzo di acquisto o di costruzione e della durata del contratto. Se invece il contratto si risolve prima del termine stabilito l’intermediario ha diritto alla restituzione del bene.

Detrazione fiscale del 19% anche per gli over 35

La detrazione stabilita è del 19% delle spese sostenute, per un importo non superiore a 8.000 euro annui, riferiti all’intero canone di leasing, sia per la quota capitale che quella di interessi. E’ inoltre inserita nell’emendamento anche una detrazione Irpef del 19%, che si riferisce al costo di acquisto del bene, per un importo non superiore ai 20.000 euro. Entrambe le detrazioni si rivolgono anche verso coloro che hanno compiuto 35 anni, ma dimezzando le quote: 4.000 euro per la detrazione dei canoni e 10.000 per quella sul riscatto.

Agevolazioni sull’imposta di registro

Sono inoltre previste agevolazioni anche sull’imposta di registro per i contratti di locazione finanziari. L’imposta è dell’1,5% per gli atti di trasferimento, nei confronti di banche ed intermediari che esercitano attività di leasing finanziario di abitazioni non facenti parte della categoria catastale di lusso, o per gli atti inerenti cessioni, da parte di utilizzatori di contratti di locazione non inerenti ad immobili di lusso.

In caso di difficoltà nel pagamento del canone

Nel caso colui che fruisca delle agevolazioni non possa più pagare il canone periodico concordato, fino ad un massimo di dodici mesi, la sospensione non va a comportare nessuna ulteriore spesa da pagare. Inoltre l’emendamento permette di ricorrere al leasing per un periodo di cinque anni, a partire dal 2016 fino al 2020.

I fondi stanziati per il ddl

Nei mesi scorsi si parlava di uno stanziamento per il ddl di 5 milioni di euro per l’anno 2015. Mentre sono di 12,5 milioni di euro per l’anno 2016 e di 25 milioni di euro per l’anno 2017.

“Questo strumento -dichiara Camila Fabbri – può contribuire alla crescita del Paese, favorendo il settore dell’edilizia. Ma quello che dobbiamo sottolineare è il suo valore sociale: si tratta di un provvedimento rivolto ai giovani che incontrano difficoltà nel reperire un’abitazione, essendo complesso soprattutto l’accesso al mutuo”. Inoltre sottolinea la senatrice, che il provvedimento potrebbe rivolgersi ad un pubblico di giovani molto vasto.  “Stiamo infatti parlando, sulla base dei dati forniti dal Mef, di una platea potenziale di 151 mila giovani che potrebbero trarne beneficio”.

CONDIVIDI SU:

Leave A Reply

Altro... Casa
730-tasse
Irpef 20% in meno per chi acquista una casa per poi affittarla.

Heliafilm_efficiency-new-record-e1455098797214
Novità in arrivo per raddoppiare la potenza del fotovoltaico.

consulenza-tecnica-cop
Il Perito immobiliare della Banca

vendere-casa-ereditata
Quando erediti una casa come suddividerla in parti uguali?

Chiudi