Irpef 20% in meno per chi acquista una casa per poi affittarla.

0

È ufficiale dopo un anno di attesa, ci siamo ora il bonus Irpef del 20% in meno per coloro che acquistano un immobile dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2017 e lo cedono in affitto per 8 anni sarà possibile detrarlo.

Il decreto dell’8 settembre 2015 riconosce così “alle persone fisiche, non esercenti attività commerciale, di cui all’art. 21, comma l, del decreto-legge 12 settembre 2014, n. 133 convertito, con modificazioni, dalla legge 11 novembre 2014, n. 164, che acquistano, dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2017, unità immobiliari a destinazione residenziale di nuova costruzione invendute, come definite ai sensi dell’art. l del presente decreto, o oggetto diinterventi di ristrutturazione edilizia o di restauro e risanamento conservativo di cui all’art. 3, comma l, lettere d) e c), del decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, è riconosciuta una deduzione dal reddito complessivo ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) pari al 20% del prezzo di acquisto dell’immobile risultante dall’atto notarile di compravendita, nel limite massimo complessivo di euro 300.000,00 comprensivo di IVA”.

Decreto legge 133/2014

Il decreto Sblocca Italia va così a determinare una deduzione dal reddito complessivo ai fini dell’Irpef del 20% del prezzo di acquisto dell’abitazione e la deduzione degli interessi passivi sui mutui per l’acquisto dell’unità immobiliare. Il limite massimo della spesa deve essere pari a 300 mila euro e può beneficiarne non solo chi acquista, ma anche chi sostiene le spese per costruire un immobile su un’area residenziale che possiede o sulla quale ha il permesso di costruire. Questo deve avvenire però entro sei mesi dall’acquisto o dal termine dei lavori.

Quali sono le condizioni per poter accedere al 20% in meno sull’IPERF?

Vediamo quindi quali sono le condizioni necessarie per poter accedere al bonus Irpef del 20%, previste dal decreto legge 133/2014, i casi particolari in cui queste non decadono e quando invece non possono essere concesse.

  • E’ necessario mettere in locazione l’immobile per 8 anni continuativi a canone concordato;
  • se il contratto di affitto si risolve per motivi che non possono essere addossati al locatore, prima degli otto anni necessari e ne viene stipulato un altro, entro un anno dalla risoluzione del contratto, i benefici non vengono persi;
  • il contratto non può essere stipulato tra genitori e figlio, per cui non devono sussistere rapporti di parentela di primo grado tra il locatore e il locatario;
  • l’immobile per poter usufruire del bonus del 20% non deve rientrare nelle categorie catastali di lusso (A8; A9; A1);
  • l’immobile non deve trovarsi all’interno di quartieri che vengono considerati storici, artistici, o di pregio ambientale;
  • l’immobile non deve trovarsi in nuovi insediamenti per impianti industriali, o per usi agricoli;
  • l’efficienza energetica dell’abitazione deve rientrare nelle classi A e B.

Inoltre, è necessario ricordare che la deduzione avrà una ripartizione di otto quote annuali, che partiranno dal periodo in cui viene stipulato il contratto di locazione.

In caso di trasferimento dell’unità immobiliare locata

In caso di trasferimento per vendita o per successione ereditaria, la deduzione fiscale si trasferisce per la parte restante al soggetto proprietario. Mentre nel caso di cessione per usufrutto a titolo oneroso, effettuata contestualmente all’atto di acquisto dell’unità immobiliare “il corrispettivo di usufrutto dovrà essere espressamente indicato nel medesimo atto di acquisto” e dovrà essere calcolato su base annua, non dovendo essere superiore all’importo dei canoni di locazione “stabiliti dal comma 4, lettera e), dell’art. 21 del suddetto decreto-legge”. Inoltre la cessione in usufrutto “non può essere effettuata a soggetti diversi da quelli previsti dall’art. 21, comma 4-bis, del suddetto decreto-legge n. 133 del 2014. Qualora la cessione in usufrutto fosse disposta in favore di persone fisiche «mortis causa» il soggetto beneficiante è tenuto al rispetto delle condizioni necessarie per poter usufruire delle agevolazioni”.

CONDIVIDI SU:

Leave A Reply

Altro... Casa
Heliafilm_efficiency-new-record-e1455098797214
Novità in arrivo per raddoppiare la potenza del fotovoltaico.

consulenza-tecnica-cop
Il Perito immobiliare della Banca

vendere-casa-ereditata
Quando erediti una casa come suddividerla in parti uguali?

credito-imposta
Prima Casa: Bonus Fiscale

Chiudi